chi siamo link contatti
Associazione Stampa Parlamentare
Giovedì 30 Giugno 2016

"Malata di vita" di Rita Fantozzi.

 

 

 

               'Malata di vita'. Si intitola così il libro scritto da Rita Fantozzi, collega che ci ha lasciato prematuramente (vedi notizia nei comunicati, 8 maggio scorso) e che con questa opera potrà continuare ad accompagnarci con le sue parole e il suo sorriso.  Il volume verrà presentato il prossimo giovedì 14 luglio, alle ore 18.30. Nella locandina allegata troverete tutti i particolari.

 Marco Di Fonzo

 

DALL'AGENZIA ADNKRONOS: 

 

giovedi 14 luglio 2016.

 

Lorenzin ricorda Rita Fantozzi: "Esempio per altre donne malate"

 

 

Pubblicato il: 14/07/2016 20:17

"Questo libro non è di certo un testamento, Rita vuole testimoniare cosa si prova durante la malattia e come si deve affrontare. Il fatto che non sia guarita è solo un aspetto del suo percorso. Spero che molte donne lo leggano e le aiuti ad avere l'atteggiamento migliore" di fronte al cancro. A dirlo il ministro della Salute, Beatrice Lorenzin, alla presentazione del libro della giornalista Rita Fantozzi dal titolo 'Malata di vita', con la sua storia di lotta, purtroppo persa, contro un tumore.

Lorenzin ricorda Rita Fantozzi come "una grande lavoratrice, l'ho conosciuta come amica ma anche come lavoratrice sempre sul pezzo, stakanovista, con un grande cuore e molto coraggiosa. La conoscevo da tantissimi anni, ma la diagnosi della malattia è arrivata quando stavamo lavorando insieme. Mi disse di avere una pancreatite, ed è poi iniziato questo viaggio, lungo il quale non è mai stata una malata, ma ha sempre voluto godersi ogni minuto, ha sempre lavorato. Eravamo stupiti, io le dicevo 'stai a casa', ma lei aveva voglia di essere presente, pur facendo un lavoro particolare, nello staff del ministero della Salute, dove si ha sempre a che fare con la morte. Viveva quindi le vicissitudini di altri pazienti, ma era serena e trasmetteva agli altri la sua serenità".

"E' stata un esempio - prosegue il ministro - anche per come ha voluto poi raccontare la sua malattia in questo libro. Ha voluto viaggiare con me fino all'ultimo, io ero distrutta, lei piena di energia. Poi è iniziata la discesa, ma con questo atteggiamento positivo si è guadagnata un anno di vita. E deve essere di esempio alle altre donne malate: è con la testa prima di tutto che si può guarire". Come ministro, ha concluso Lorenzin, "spesso avevo accanto Rita nella discussione di leggi e provvedimenti che riguardavano malati come lei e questo mi ha aiutato molto. E personalmente il suo esempio mi ha aiutata a relativizzare piccoli problemi che ha avuto mia figlia nata prematura".

 

 

 

 

Allegati: 

Archivio comunicati

Lunedì 09 ottobre 2017 CORSO ASP SUL SENATO ON-LINE.
Sabato 23 settembre 2017 SOLIDARIETA' A RAINEWS24.
Giovedì 21 settembre 2017 ADDIO AL PAPA' DI MARCO DAMILANO